Lunedì 5 giugno 2006

 

 
Sorridi alla vita che viene e avanza, sempre così ricca di sorprese e di novità.
Sorridi al sudore di colui che scalpellando trae dalle viscere austere della pietra
il volto radioso di un bimbo.
Sorridi alla poesia che ti canta nel cuore, per spingerti alla ricerca di spazi sconfinati.
Sorridi al tuo oggi, così fresco e pulito, per niente corroso dalla pesantezza del tempo.
Sorridi ai fiori gialli del campo e ai convolvoli rosa, aggrappati alla siepe della strada.
Sorridi al cinguettio dei passeri che saltano di ramo in ramo tra il verde dei pini.
Sorridi ai tentativi che fai per diventare creatura nuova.
Sorridi al vento che, accarezzandoti, reca in dono il profumo ossigenante
dei campi vicini e lontani.
Sorridi al sole, che ancora non si è stancato di offrirti una cascata di luce e di calore.
Sorridi ai bambini che incontri, perché sono il grande motore del futuro.
Sorridi all'anziano dal volto grinzoso, perché ha nel cuore una storia
che ti è necessario sapere.
Sorridi alla musica silenziosa delle stelle che, di lassù, guidano la danza dell'universo.
Sorridi anche alla pagina del dolore,
perché, quando l'avrai completata, voltandola,
ne troverai una tutta bianca e sarà l'inizio di una stagione nuova.
(rivista il Cenacolo n. 3/99)
 
 
 
                                           
homepage
i mesi narrati

Raccolta di lunedì 2006
Raccolta di lunedì 2005
Raccolta di lunedì 2004

 

 

Raccolta di lunedì 2001-2003
Spigolature di sarakr
chi sono io
Ho incontrato....
i miei preferiti
Saria su ICQ