22 ottobre 2018


 

 

 

 

 

 

 

 

I figli sono come gli aquiloni.

Arriva il giorno in cui si innalzano

 e tu devi insegnare loro a volare tenendoli

con quel filo esile che si dipana dalle tue mani.

Possono cadere a terra pi¨ volte e

dovrai ripararli ed alzarli ancora nel vento

Ti chiederanno sempre pi¨ spago e

per ogni metro che si dipanerÓ dalle tue mani

il cuore si riempirÓ di gioia e di tristezza.

Via via che l'aquilone si allontanerÓ,

avvertirai che il filo che ti unisce a loro

prima o poi si spezzerÓ

e li vedrai volare liberi e soli nel cielo della vita.

In quel momento ti renderai conto

di avere assolto il tuo compito

e ti augurerai che il vento sia sempre loro propizio.

R.Battaglia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

homepage  
racconti di sarakr
I cerchi nell'acqua...
i mesi narrati
Raccolta di lunedý 2018
Raccolta di lunedý 2017
Raccolta di lunedý 2016
Raccolta di lunedý 2015
Raccolta di lunedý 2014
Raccolta di lunedý 2013
Raccolta di lunedý 2012
Raccolta di lunedý 2011
Raccolta di lunedý 2010
Raccolta di lunedý 2009
Raccolta di lunedý 2008
Raccolta di lunedý 2007
Raccolta di lunedý 2006
Raccolta di lunedý 2005
Raccolta di lunedý 2004
Spigolature di sarakr
chi sono io
Ho incontrato....
i miei preferiti
Saria su ICQ