Lunedi

24 Settembre 2007

 

 

Vorrei portare con me ogni cosa che è qui.

 

Ma come potrò?

 

Una voce non può portare con sè la lingua

 

 e le labbra che le hanno dato le ali.

 

Sola dovrà approdare al cielo.

 

E sola e senza nido l'aquila volerà attraverso il sole....

 

Sono pronto a partire,

 

e a vele spiegate il mio desiderio aspetta il vento.

 

Ancora una volta respirerò quest'aria calma e

 

ancora una volta volgerò indietro il mio sguardo d'amore.

 

E allora sarò tra voi,

 

navigante tra i naviganti.

 

Unica pace e libertà per il torrente e il fiume,

 

in questa piana la corrente traccerà solo un'altra svolta

 

avrà solo un altro mormorio.

 

E allora io verrò con te,

 

goccia infinita e in sconfinato oceano.

 


tratto da: "il profeta" di K.Gibran
 


 

indietro