Lunedì 26 luglio

2004

 

 

 

 

Tornare di sera           

è quello che può fare un uomo ad un certo punto della vita
quando si accorge che per ritrovare se stesso
deve incominciare a guardare con altri occhi tutto quello che ha intorno.
 Inutile viaggiare per il mondo in cerca di sensazioni impossibili,
inutile andare a vedere le grandi montagne,
i grandi mari e le grandi pianure
se non siamo capaci di ammirare
un filo d’erba cresciuto davanti alla porta di casa.
Inutile illuderci che la vita
ci serbi orizzonti di gloria e felicità senza fine.
 Inutile aspettare qualcosa che non verrà mai.
Ad un certo punto della vita bisogna tornare con il treno della sera
per ritrovare le cose perdute,
i sentimenti dimenticati,
 i ricordi della fanciullezza.
Bisogna tornare per fare un bilancio della propria vita
e magari
versare qualche lacrima per tutto quello che abbiamo perduto
 o che abbiamo sbagliato.
Romano Battaglia

 

   indietro