Luned́ 28 Giugno

2004

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torṇ a guardare il cielo stellato,  
con lo spicchio di luna crescente
- la sua preferita -
che inondava di luce soave il luogo in cui si trovava.
Fu allora che ricomparve la sensazione che l'Infinito e L'Eternità
procedessero tenendosi per mano,
e che bastasse contemplare uno di essi
- magari l'Universo senza limiti -
per notare la presenza dell'altro:
il tempo che non finisce mai, che non passa,
che permane nel presente,
dove sono custoditi i segreti della vita. 
 Paulo Coelho
                                                                

 

 

indietro