Lunedì

29 Novembre 2004

 

 

 

 

Non tornar più: io non ti chiedo nulla,   
non voglio più sapere cosa sia stato.

Ritornerà l'anima mia fanciulla

ripensando al passato.

Rivedrò la tua immagine di un giorno,
il tuo sorriso, le tue mani bianche,

tutto vivrà in me: a poco, a poco,

ti darò nuova vita a me d'accanto.
Tu pure rivivrai e nell'incanto
 io sognerò come non sognai mai.
Rivivrò nel passato e nel ricordo
apprenderò la verità del Tutto.
Ti rivedrò immune d'ogni fato,
 a te più puro io mi riaccosterò.
Ci parleremo come buoni amici,
senza menzogne ci confesseremo,
saremo allora liberi del peso
di questa nostra umanità mendace.
 Ma ora amico, un'ultima preghiera:
non dirmi nulla, non una parola,
solo il silenzio scemerà la pena
che ci annienta e ci umilia.
                                                                               K. Monzaemon

 

    indietro