Lunedì 31 Maggio

2004

 

 

 

 

 

Padre nostro che sei nei cieli,

se ci sei o non ci sei,

questa sera fa lo stesso.

Accogli nel grande albergo della pietà

questi cuori,

che sono disastri senza radici,          

quaresime senza resurrezione.

Ti prego,

concedi loro l’elemosina di una serenità

da non restituire,

di una misericordia da non assassinare.

Se così sarà,

sia fatta ancora la tua volontà,

fino a quando la speranza

farà parte del nostro fiato

e una lacrima si bacerà con un sorriso.

Così sia.

 

    indietro