5 febbraio 2007

 

Perdonateci

questa dannata voglia

di vivere in un mondo

a forma di colomba

e non tra fiori finti

perdonateci

se rifiutiamo limiti e frontiere

e trasformiamo

fili spinati in palpiti d’amore

non ci Ŕ concesso forse d’impazzire?

Che razza strana

siamo noi poeti

specie che spesso va

controcorrente

volando verso cieli tersi

liberi

perdonateci

per questo nostro osare

Luciano Somma

 

                                                                                                

 indietro