Natale 2006

Sono Gesų, chiamato Bambino

venuto al mondo per starti vicino,

ma tu non vuoi sentir la mia voce

e giorno per giorno mi metti in croce.

 

Ho detto “ama” a tutta la terra

e invece tu hai fatto la guerra

ho detto ad ognuno “č tuo fratello”

e invece li han mandati al macello

 

Ho detto “ č bello saper perdonare”

e tu invece non sai neanche amare

vivi rinchiuso nel tuo egoismo

e poi fai finta che non č razzismo.

 

Vivi lottando per accumulare

denaro e beni che poi devi lasciare

e per ottenere ora questo ora quello

capace sei di far male a un fratello
 

peggiori sempre di ora in ora...

ma io non so smettere d’amarti ancora

nasco ogni anno per starti vicino

e farti tornare un poco bambino

 

adesso torno alla mia capanna

lė ci sto bene , c’č la mia mamma

e insieme a Lei, che č donna che vale

ti auguro sempre un Felice Natale

tuo Gesų Bambino

                                                                            

                                                                                                 sarakr
 
Auguri a tutti di

 

Buon Natale

 indietro