23 aprile 2018


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lei sola percepiva i suoni

 dei miei silenzi. Temevo

 a volte che fuggisse il tempo

 ostile mentre parlavamo.

 DopodichÚ ho smarrito la memoria

 ed ora mi ritrovo a parlare

 di lei con te, tra spirali di fumo

 che velano la nostra commozione.

 Ed Ŕ questa la parte di me che ritrovo

 mutata: il sentimento, per sÚ informe,

 in quest’oggi che Ŕ solo di rimpianto.

Eugenio Montale

 

 

 

 

 

 

 

 

homepage  
racconti di sarakr
I cerchi nell'acqua...
i mesi narrati
Raccolta di lunedý 2018
Raccolta di lunedý 2017
Raccolta di lunedý 2016
Raccolta di lunedý 2015
Raccolta di lunedý 2014
Raccolta di lunedý 2013
Raccolta di lunedý 2012
Raccolta di lunedý 2011
Raccolta di lunedý 2010
Raccolta di lunedý 2009
Raccolta di lunedý 2008
Raccolta di lunedý 2007
Raccolta di lunedý 2006
Raccolta di lunedý 2005
Raccolta di lunedý 2004
Raccolta di lunedý 2001-2003
Spigolature di sarakr
chi sono io
Ho incontrato....
i miei preferiti
Saria su ICQ